Prostatite negli uomini - segni e trattamento

La prostatite è l'infiammazione e il gonfiore dei tessuti della ghiandola prostatica (ghiandola prostatica). E il 50% degli uomini di età compresa tra 18 e 50 anni affronta una diagnosi così deludente.

gonfiore della ghiandola prostatica con prostatite

La malattia di solito si sviluppa lentamente, senza segni evidenti e per molti anni porta un minimo di preoccupazione al suo proprietario.

Un uomo convive da anni con la prostatite, non consulta un medico e permette che la malattia diventi cronica con gravi complicazioni.

Quando il paziente raggiunge comunque la clinica, è già troppo tardi: la prostatite diventa maligna o porta all'infertilità. Quindi quali sono i primi segni della malattia e come affrontarla?

Sintomi

La malattia della prostata negli uomini ha sintomi caratteristici e richiede un trattamento immediato. Ma la malattia è insidiosa. A volte i suoi segni non compaiono per anni.

Nel frattempo, il processo infiammatorio si sta lentamente sviluppando, interessando sempre più nuovi tessuti e portando all'impotenza e all'infertilità.

prostata sana e infiammata con prostatitestat

Per non iniziare la malattia, un uomo dovrebbe prestare attenzione ai segni caratteristici che accompagnano qualsiasi tipo di prostatite:

  • dolore e sensazione di bruciore nel perineo, nell'addome inferiore, nello scroto e nell'area in cui si trova la prostata;
  • aumento della minzione, flusso debole, comparsa di pus dall'uretra sotto forma di fibre bianche o scaglie;
  • eiaculazione veloce o, al contrario, prolungata (a volte dolorosa), lunga erezione notturna, disfunzione sessuale, diminuzione del desiderio sessuale;
  • deterioramento della qualità dello sperma, cambiamento nella sua quantità;
  • stanchezza e irritabilità, debolezza generale.

I sintomi della malattia possono comparire tutti insieme o manifestarsi separatamente; a volte sono così sottili da essere attribuiti alla stanchezza o alla mancanza di sonno. Se un uomo nota almeno uno dei suddetti sintomi, deve visitare un medico.

Non si dovrebbe presumere che i problemi con la ghiandola prostatica siano il numero di persone che hanno varcato la soglia del 30 ° compleanno. La prostatite può verificarsi in qualsiasi uomo sessualmente maturo e ora le persone di età compresa tra 18 e 20 anni si ammalano sempre più spesso.

Cause della malattia

La prostatite negli uomini è provocata da vari motivi:

  • lunga astinenza dalla vita sessuale, stagnazione e cattiva circolazione sanguigna negli organi del sistema genito-urinario;
  • lesioni, ipotermia, cambiamenti legati all'età;
  • infezioni genitali, virus, batteri.

In combinazione con fattori che creano una situazione favorevole per i danni al corpo, queste cause causano l'infiammazione della ghiandola prostatica.

Fattori di rischio:

  • vita sessuale promiscua o irregolare, allungamento artificiale o interruzione del rapporto sessuale;
  • stile di vita sedentario e sedentario;
  • infezioni pregresse, malattie croniche del sistema genito-urinario;
  • peso in eccesso;
  • diminuzione dell'immunità, tendenza alle allergie, disturbi ormonali;
  • ipotermia frequente;
  • svuotamento prematuro della vescica e movimenti intestinali irregolari;
  • stress e sovraccarico emotivo;
  • attività fisica eccessiva o sollevamento di oggetti pesanti;
  • fumo e alcolismo;
  • mancanza di vitamine, micro e macroelementi.
stile di vita sedentario come causa di prostatite

Se il corpo di un uomo è affetto da almeno uno dei suddetti fattori, ha un'alta probabilità di sviluppare la prostatite. In questo caso è consigliabile sottoporsi ad una visita preventiva ogni sei mesi.

Visualizzazioni

La prostatite può assumere forme diverse ed essere causata da motivi diversi. A seconda di ciò, è diviso in diversi tipi.

Un gran numero di varietà di prostatite porta al fatto che in ogni caso dovrebbe essere prescritto un trattamento individuale. Non dovresti ascoltare i consigli degli amici e le loro recensioni sui farmaci. Ciò che ha funzionato in un caso si rivelerà completamente inefficace in un altro.

Prostatite acuta

Si sviluppa a causa dell'effetto sul tessuto prostatico di microrganismi patogeni che entrano nella ghiandola prostatica dall'uretra o dalla vescica e portano all'infiammazione.

A volte la prostatite acuta si verifica dopo malattie infettive croniche - sinusite, tonsillite, sinusite, carie - o come risultato di disturbi ormonali.

I segni di prostatite acuta si manifestano intensamente:

  • debolezza costante, stanchezza, malessere;
  • leggero aumento della temperatura;
  • dolore all'inguine, all'ano, che a volte si estende alla schiena, alla parte bassa della schiena e alle gambe;
  • minzione frequente, incapacità di svuotare completamente la vescica, pressione debole, puntura, ritenzione urinaria;
  • mancanza di erezione, eiaculazione alterata;
  • secrezione purulenta dal tratto urinario.

La prostatite acuta è pericolosa perché l'infiammazione si diffonde rapidamente, colpendo gli organi vicini. A volte questo porta a un esteso ascesso dei tessuti adiacenti e alla trombosi vascolare.

dolore all'inguine con prostatite

Di solito, il trattamento non viene effettuato a casa, ma in ospedale. Se la terapia è stata corretta, la prostatite acuta è completamente guarita.

Se il trattamento si è rivelato prematuro o insufficiente, la malattia diventa cronica.

prostatite cronica

Diventa una conseguenza della prostatite infettiva acuta non trattata (forma batterica) o deriva da un trauma, ipotermia (forma abatterica).

I sintomi della prostatite cronica durante il periodo di remissione non si manifestano quasi.

Un uomo può celebrare:

  • disagio o leggero dolore alla trazione all'inguine;
  • aumento della minzione, indebolimento del flusso;
  • debolezza costante, apatia;
  • diminuzione del desiderio sessuale.

Come si manifesta la prostatite cronica durante una riacutizzazione?

È accompagnato da sintomi caratteristici di una condizione acuta. La prostatite cronica è caratterizzata da un decorso ondulatorio: dopo un'esacerbazione, arriverà sicuramente un periodo di remissione.

infiammazione della prostata con prostatite

Gli uomini preferiscono aspettare il periodo acuto e dimenticare la malattia per diversi mesi. Pochi vanno dal dottore.

Prostatite infettiva

La causa della prostatite infettiva è il danno ai tessuti della ghiandola prostatica da parte di virus, batteri o funghi.

Per il tipo di microrganismo-patogeno, si distinguono i seguenti tipi di prostatite infettiva:

  • batterica (intestinale o Pseudomonas aeruginosa, stafilococco, streptococco);
  • virale (virus dell'herpes, papilloma umano, citomegalovirus);
  • micoplasma (micoplasma);
  • Trichomonas (Trichomonas);
  • gonorrea (gonococco);
  • clamidia (clamidia);
  • tubercolare (bacillo di Koch);
  • fungina (fungo Candida);
  • misto.

I sintomi della prostatite infettiva ripetono i sintomi della forma acuta della malattia.

sistema genito-urinario infiammato con prostatite

Se la malattia non viene curata, porta a un processo purulento che si diffonde rapidamente a tutti gli organi vicini. Tale condizione, che minaccia la vita del paziente, diventa un'indicazione per l'intervento chirurgico.

prostatite calcolata

La sua causa sono i calcoli nella ghiandola prostatica. Questa forma si trova negli uomini anziani che hanno rifiutato il trattamento per una malattia cronica.

I sintomi della prostatite calcolosa sono simili a quelli di una malattia cronica, ma a volte sono integrati da segni specifici:

  • dolore al sacro e alla parte bassa della schiena che peggiora dopo aver camminato, seduto a lungo o rapporti sessuali;
  • la presenza di sangue nello sperma.

Il più delle volte si trova durante il passaggio di un'ecografia.

Prostatite congestizia

Si verifica a causa del ristagno della secrezione della prostata o del sangue nelle vene che permeano questo organo. La congestione è una conseguenza della vita sessuale irregolare, dell'uso di biancheria intima stretta, dell'inattività fisica o dell'abuso di alcol.

I sintomi in questa forma della malattia sono lievi e ricordano i segni della prostatite cronica.

complicazioni

Ogni tipo di prostatite ha le sue conseguenze per il corpo.

Ad esempio, la prostatite acuta non trattata nel tempo diventa cronica o porta alle seguenti complicazioni:

  • infiammazione purulenta della ghiandola prostatica;
  • gonfiore della prostata;
  • ritenzione urinaria acuta.

Di solito, tali conseguenze compaiono di rado, poiché la prostatite acuta si manifesta chiaramente e l'uomo va dal medico.

La prostatite cronica, che non è così ovvia e si sviluppa in un periodo di tempo più lungo, può causare molti più problemi.

Complicazioni della prostatite cronica e sue conseguenze per la salute degli uomini:

  • sclerosi del tessuto prostatico;
  • cistite, pielonefrite;
  • impotenza;
  • ascesso della ghiandola prostatica;
  • vescicolite, epididimite;
  • infertilità;
  • formazioni di calcoli nella vescica e nella ghiandola prostatica;
  • insufficienza renale;
  • adenoma e cancro alla prostata.

Con la prostatite cronica avanzata, molti cambiamenti patologici sono irreversibili. Ad esempio, i problemi con la minzione e la disfunzione sessuale non saranno più eliminati semplicemente curando la prostatite.

Diagnostica

Se si verificano sintomi caratteristici, un uomo deve visitare un urologo o un andrologo. Il medico fa la diagnosi "prostatite acuta" sulla base di un sondaggio, esame del paziente, esame rettale digitale e analisi della secrezione della prostata.

Di solito, questi studi non causano disagio, ma durante un'esacerbazione possono causare sensazioni dolorose.

Lo studio della secrezione della prostata rivela la natura della malattia - batterica o abatterica. Con l'origine batterica della prostatite, viene indagato anche il segreto per la resistenza ai farmaci antibatterici.

L'infiammazione cronica è più difficile da rilevare.

Per questo, viene utilizzata un'intera gamma di tecniche di laboratorio e hardware:

  • semina batteriologica delle secrezioni prostatiche e delle urine per determinare l'infezione;
  • analisi biochimiche del sangue venoso per determinare il livello di VES, PSA e leucociti;
  • analisi delle secrezioni uretrali;
  • urofluometria;
  • biopsia della prostata;
  • Ultrasuoni (attraverso la parete addominale) e TRUS (attraverso il retto);
  • risonanza magnetica e TC dell'organo danneggiato;
  • ricerca urodinamica;
  • uretrocistoscopia;
  • Esame a raggi X.
l'ecografia come metodo per diagnosticare la prostatite

Perché non si può fare una diagnosi solo sulla base delle manifestazioni cliniche della prostatite?

Il fatto è che il medico deve identificare non solo la presenza della malattia, ma anche la sua causa, per scegliere un trattamento efficace.

Se la prostatite acuta può essere eliminata in 1 ciclo di terapia, la prostatite cronica viene trattata molto più a lungo. A volte il paziente diventa un visitatore abituale dell'ufficio dell'urologo. Più correttamente viene selezionato il trattamento e più accuratamente il paziente segue le raccomandazioni del medico, più lungo sarà il periodo di remissione.

Come trattare la prostatite?

Il trattamento della prostatite è un processo lungo che richiede almeno 1, 5 mesi e comporta un'intera gamma di procedure.

La chiave per una terapia di successo è una visita tempestiva in clinica, un'elevata professionalità del medico, una diagnosi corretta e una stretta aderenza da parte del paziente a tutte le raccomandazioni di uno specialista.

Per la prostatite viene prescritto un trattamento complesso, che include l'assunzione di farmaci antinfiammatori e antibiotici nella fase di esacerbazione e fisioterapia e massaggio nella fase di remissione. Questi metodi da soli non avranno l'effetto desiderato.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica dura 3-4 settimane e comprende i seguenti gruppi di farmaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei per eliminare il dolore e l'infiammazione;
  • farmaci antibatterici (fluorochinoli, cefalosporine, penicilline, macrolidi, tetracicline) per il trattamento della prostatite batterica e delle malattie causate da ipotermia;
  • immunomodulatori, complessi vitaminici e minerali per stimolare le difese dell'organismo;
  • farmaci ormonali per eliminare lo squilibrio ormonale e il ristagno della secrezione della ghiandola prostatica nei suoi tessuti;
  • miorilassanti e alfa-bloccanti per rilassare i muscoli (eliminare l'infiammazione della ghiandola prostatica, alleviare lo spasmo dell'uretra e della vescica, facilitare il processo di minzione).
medicinali per la prostatite

Particolarmente efficaci sono i farmaci disponibili sotto forma di supposte rettali.

Forniscono il principio attivo al tessuto prostatico più velocemente delle compresse e delle iniezioni e hanno un migliore effetto curativo.

La prostatite acuta viene trattata con farmaci fino a quando la malattia non entra nella fase di remissione. Nei casi avanzati, il paziente viene inviato in ospedale e vengono prescritti fino a 5 gruppi di farmaci antibiotici contemporaneamente.

Trattamento fisioterapico

La fisioterapia viene utilizzata come trattamento aggiuntivo e viene utilizzata solo in combinazione con i farmaci.

È impossibile trattare la prostata con dispositivi di fisioterapia fino a quando i sintomi dell'esacerbazione non sono completamente eliminati.

Tipi di fisioterapia:

  • stimolazione elettrica;
  • trattamento laser;
  • diadinamoforesi;
  • magnetoterapia transrettale;
  • fonoforesi e fototerapia;
  • riflessologia;
  • irudoterapia;
  • massaggio prostatico.

La fisioterapia dà i migliori risultati per la prostatite cronica e congestizia.

Ma con una malattia infettiva e calcolosa, il massaggio dovrebbe essere abbandonato: aiuterà solo l'infezione a diffondersi più velocemente agli organi vicini o a mettere in moto le pietre.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico può essere radicale (asportazione della prostata) o delicato (asportazione di una parte della prostata o iniezioni per ridurla).

trattamento chirurgico della prostatite

Indicazioni per la chirurgia:

  • restringimento dell'uretra, fimosi del glande e ritenzione urinaria acuta;
  • processo purulento nei tessuti della prostata e negli organi vicini;
  • ristagno della secrezione della prostata nella sua cavità a causa di un funzionamento improprio delle vescicole seminali;
  • pietre nella cavità prostatica;
  • adenoma della prostata o alterazioni sclerotiche nei suoi tessuti.

Cos'è l'adenoma prostatico negli uomini? Questa è una massa benigna che viene spesso trattata con metodi chirurgici. È una conseguenza della prostatite cronica e si verifica negli uomini dopo i 50 anni.

Questo tipo di trattamento non è l'opzione migliore, poiché è mirato all'effetto della malattia e non alla sua causa.

Inoltre, non è in grado di recuperare la salute perduta: rallenterà solo lo sviluppo della malattia.

Rimedi popolari

Le famose ricette popolari dovrebbero essere utilizzate solo in aggiunta al trattamento principale prescritto da un medico.

Medicinali tradizionali:

  • prendere decotti di camomilla, calendula, germogli di betulla, salvia;
  • l'uso di tinture alcoliche di iperico ed Echinacea;
  • indossare cerotti urologici con estratti di erbe;
  • l'uso di candele con candele alla propoli, all'ittiolo o all'olivello spinoso.
brodo di camomilla per la prostatite

Non è pratico usare i rimedi popolari come trattamento principale.

Non saranno in grado di rallentare il decorso della malattia o curarla e il tempo prezioso sarà già perso.

Profilassi

Le misure preventive mirano all'eliminazione dei fattori che contribuiscono allo sviluppo della prostatite e alla diagnosi tempestiva di una malattia esistente.

Misure preventive:

  • rafforzare il sistema immunitario;
  • rifiuto del sesso occasionale;
  • trattamento tempestivo di malattie infettive e veneree;
  • smettere di fumare e consumo eccessivo di alcol;
  • cibo sano, esclusione dalla dieta di cibi piccanti e affumicati, bevande gassate, bevande energetiche;
  • combattere lo stress;
  • evitare l'ipotermia e il surriscaldamento;
  • indossare biancheria intima ampia realizzata con materiali naturali;
  • sport regolari, terapia fisica (jogging, camminata, esercizi addominali, squat, "betulla"), lunghe passeggiate.

Una buona vita sessuale è importante per prevenire la prostatite. Tali fenomeni come rapporti sessuali prolungati o interrotti artificialmente, rapporti sessuali ripetuti sono completamente inaccettabili.

visita specialistica per prostatite

La vita sessuale dovrebbe essere regolare: l'astinenza prolungata è inaccettabile, così come l'eccitazione sessuale che non si esaurisce con l'eiaculazione.

Inoltre, ogni uomo dovrebbe sottoporsi a un esame di routine da un urologo ogni sei mesi. Il medico noterà i segni di una malattia incipiente e prescriverà un trattamento appropriato.

La prostatite nelle fasi iniziali è molto più facile da curare rispetto a una malattia cronica.